“Elettro” di Bruno Ceccobelli, 2005

 

Antonella con i suoi rilievi in refe cuprico,
ci suggerisce larghi campi di energia positiva.
Strutture di sculture prodigiose in fasci di luce fiammeggianti
s’ammantano di intessuti fili luccicanti,
lasciati galleggiare su diversi strati, come onde di un mare rosso scintillante.
Esse, come lunghe chiome ambrate, ci riscaldano tra la testa e il petto.

PDF